23/apr/2014

Recensioni musicali - Horizon


Horizon Band. Band. Il primo pensiero ricercando in internet è che mi sia stato passato una cover band da recensire. Non ci vado lontano.
Prima di ascoltare l'EP inviatomi faccio un giro sul tubo, per vedere cosa la band ha da offrire al mondo mediatico-informatico. Primo video che si presenta è un video ben strutturato di un live della BAND a Rimini. Prima traccia dopo l'allestimento del palco: una cover dei MUSE. Seconda traccia: una cover dei THE KILLERS. Finalmente un pezzo degli HORIZON - Bianconiglio. Il pubblico meno agitato di prima, ma questo non mi sorprende: il pubblico è sempre una brutta gatta da pelare, soprattutto in un contesto così grande come sembra essere il live di Rimini. Si ritorna ad una cover: MUSE. Saluti e uscita di scena. Sicuramente di positivo c'è che i ragazzi suonano. Anche troppo bene direi.
Dalla biografia capisco il perchè delle scelte stilistiche. Le prime cover studiate dalla Band sono proprio dei MUSE e da qui, si dice attingano a piene braccia per la ricerca di una propria identità, di una propria sonorità. Sono lanciato. Mi guardo un nuovo live. Faenza. Parte nuovamente la cover. Uff. COLDPLAY. Poi YOUNG THE GIANT. STEREOPHONICS. Nuovamente COLDPLAY. E finalmente "Chiudo gli occhi" degli HORIZON. Breve. COLDPLAY. Canzone degli HORIZON cantata in inglese. Noto il giubbetto alla MINISTRI indossato dal cantante durante la cover dei MUSE. Nuovamente HORIZON. Saluti e baci.
A questo punto sono pronto per l'ascolto de ACCHIAPPASOGNI EP. Dopo una Intro super elettronica parte KATUN. Voce, bella voce, in primo piano su un tappeto di pianoforte e chitarra. Ottimi i suoni ma se posso sottolineare, mi sembrano piuttosto banali e del tutto simili a quelli utilizzati dai gruppi coverizzati. Ma questa può essere una scelta stilistica. Il tappeto di sottofondo si rivela tale: pianoforte e chitarre che si intrecciano in un susseguirsi di fraseggi. Chitarra acustica per GOCCE DI ILLUSIONI. Bello il giro di basso della strofa e la voce che percorre questa ritmica. Ovviamente stile MUSE. BIANCONIGLIO mi ricorda i NEGRAMARO. Immagino sia il pezzo principale dei HORIZON, in quanto trovato in ben 2 video che ho guardato. La voce in ingresso di CHIUDI GLI OCCHI mi ricorda la voce di KATUN e mi fa sorridere pensando "si autocoverizzano"! SEI MOLTO DI PIU' scorre via liscia, con qualche incertezza nell'incastrare perfettamente le liriche, costringendo un cantato zoppicante. THE TIME THEORY è una ballata cantata in inglese su tappeto di sinth e chitarra arpeggiata e ovviamente la bella voce in primo piano. Poi parte la batteria. Mi ricordano (troppo) gli U2, alla partenza del solo.
Manca un riff, un passaggio, una parola che possa fissarsi in modo indelebile nella testa. Ascolto prendo e passo. Niente. E questo mi dispiace perchè capisco dai brani, dalla loro struttura, dalla ricerca accurata dei suoni che gli HORIZON potrebbero dare ben di più. Gli HORIZON sono un gruppo a mio avviso valido, musicalmente preparato e pronti per affrontare grandi palchi. Mi sento di consigliare agli HORIZON, da ascoltatore "musicista" e quindi anche attento ai particolari musicali e non solo commerciali dei brani, una ricerca più approfondita della propria identità e della propria sonorità per renderla meno banale e "già sentita". Su forza!

sito web: www.horizonband.it

02/feb/2014

52molesweekproject: 35-52/52 - Progetto Fallito


22 gen '14
(...omissis...)
Il progetto del 52molesweekproject sul mio blog è miseramente fallito, per mancanza di costanza e per la mancata voglia di portare avanti il blog. Ho rinunciato anche alle recensioni, volendomi dedicare ad altro, più salutare per il fisico (la bici) e per la mente (la musica)
(...omissis...)

Commento:
Mi sembrava opportuno dare una giusta conclusione al progetto annuale. Anche se non è stato completato con tutti i 52 post, mi sento che, a suo modo, ha avuto il suo corso ed è stato portato a compimento.


17/ott/2013

Recensioni Musicali: Esafase


Il progetto ESAFASE è un progetto piuttosto recente, ma si presenta già come un gruppo rodato e da anni sulle scene. Il progetto nasce infatti nel gennaio del 2012 da un’idea di Francesco Mattaioli (Basso), Emanuele De Marzi (Voce) e un Iphone.
Ascoltando i primi pezzi proposti sul sito soundcloud, si sente la forte influenza dell'Iphone: alcune sonorità sono semplici e spoglie, quasi come un vecchio videogioco "Nintendo". Non a caso la seconda canzone che mi ascolto è intitolata "8-bit".
La biografia continua, segnalandomi che ai due si aggiunse Aurora Di Rocco (Batteria) e Roberto De Alessandris (Chitarra) che già collaboravano con Emanuele ad un altro progetto. Aggiungono inoltre un buon bicchiere di mistero con l'arrivo de l’ASETTICO (tastiere, programmazioni & rumori) la cui identità è tanto sconosciuta quanto la sua provenienza.
Nel primo pezzo del loro EP omonimo si sente la forte influenza di Subsonica e Bluvertigo, con una tastiera che mi ricorda "disco labirinto". Si prosegue con il dance ballabile dai suoni anni 80 di "8-bit". La voce recita i testi con effetti che la modificano continuamente. Abbastanza presente il Vocoder. I testi sono allegri e spensierati, interpretando in modo simpatico e malizioso di problemi attuali e comuni, come "Tempo di crisi".
L'ultimo pezzo del breve EP è "Punkabbestia": una bella filastrocca sonorizzata elettrorock, con richiami a punk, eremita e videogiochi.
Gironzolando sulla pagina Facebook trovo il video del live@Iosuonocondamiano2013, dove hanno suonato di spalla ai nazionali Linea77.
Durante le loro performance gli Esafase mescolano si avvalgono anche di video, programmati Federico Facchini (Vj), per completare lo spettacolo suono-video che la loro musica spinge a pensare..
La loro biografia conclude con una definizioni, se vogliamo etichettare questo gruppo, che calza a pennello: alternative rock, elettronica, dubstep...
Gli Esafase hanno partecipato al Frammenti Musica Live Contest, alla Festa Nazionale Della Musica, all'Alternative Rock Contest 2012 aggiudicandosi il primo posto e vincendo una produzione presso lo studio di registrazione dei Velvet "COSECOMUNI", oltre alla già citata performance al festival “Io Suono Con Damiano”, come opening dei Linea77.

Gli ESAFASE sono:
Asettico: Keyboards&Programming
Aurora: Dance Kit
Lele: Voice
Boris: Guitar
Francesco: Bass&MicroKorg


13/ott/2013

52molesweekproject: 34/52 - Diario di Viaggio: Honeymoon #1


17 sett '13
Diario di viaggio: Honeymoon
Siamo arrivati ieri dopo 9 ore di aereo a New York. L'arrivo mi ha piuttosto destabilizzato, non tanto per il fuso orario o la stanchezza del viaggio (...omissis...), ma piuttosto per la frenesia e la grandezza di questa città.
(...omissis...)
Per dovere di cronaca ora sono le 6:00 ora locale (ossia le 12 in italia) e io sono sveglio dalle 4:30, in pieno jet leg.
(...omissis...)



Commento
Mi riporto nuovamente alla pari con gli appuntamenti del 52molesweekprojet con alcuni estratti del diario di viaggio della nostra luna di miele. Grazie alle descrizioni spensierate delle emozioni del viaggio riportate sulla Moleskine, ci siamo portati a casa un ricordo indelebile di alcuni fatti che altrimenti sarebbero andati perduti con la vastità delle bellissime cose viste e vissute.



31/ago/2013

52molesweekproject: 33/52 - La Civica


04 ago '13
Omaggio alla mia Civica MX-V
Che fa delle foto bruttissime e si incastra sempre il rullino.

24/ago/2013

52molesweekproject: 32/52 - Pensieri di società Parte V - La conclusione


(...continua...)

Succede che al potere, con il passare del tempo, non ci siano più uomini meritevoli della posizione che ricoprono, perchè incapaci di ricoprire quel (tale) ruolo, come, d'altro canto, persone non al potere che bramano tale posizione, ma che una volta giunte, non sono in grado di prendere le giuste decisioni.
Ciclicamente c'è bisogno di ripristinare quest'ordine, azzerando tutti i privilegi e i diritti e lasciando che la società torni ad organizzarsi da se.
(...omissis...)
Da qui la discussione può avere inizio.

Commento:
Link al post precedente
Pensieri di società Parte IV - Il Potere

18/ago/2013

52molesweekproject: 31/52 - Pensieri di società Parte IV - Il Potere


(...continua...)

Naturalmente, nella società si creano organigrammi ben precisi, che presuppongono uomini al potere, che stabiliscono regole comportamentali e uomini che hanno il dovere di rispettare le regole e il diritto di chiederne la revisione qualora queste regole non rispecchino il vivere sereni e in pace.

(...continua...)

Commento:
Link al post precedente:
Pensieri di società Parte III - Le disuguaglianze